Nel Milleproroghe non passa il diritto ad aggiornare annualmente le graduatorie con il titolo di riserva ex lege 68/99

di Lalla
ipsef

Diritto alla riserva – Il decreto Milleproroghe approvato alla Camera lascia ancora insoluto il problema dei docenti che, pur in possesso del titolo di riserva in quanto appartenenti alle categorie protette ex lege 68/99, sono impossibilitati a dichiararlo nelle Graduatorie provinciali ad esaurimento.

Diritto alla riserva – Il decreto Milleproroghe approvato alla Camera lascia ancora insoluto il problema dei docenti che, pur in possesso del titolo di riserva in quanto appartenenti alle categorie protette ex lege 68/99, sono impossibilitati a dichiararlo nelle Graduatorie provinciali ad esaurimento.

Nella seduta di ieri è stato comunque approvato un ordine del giorno che porta la firma di alcuni deputati del Partito Democratico che già dallo scorso anno si sono battuti per la soluzione del problema.

Non è la prima volta che in Parlamento approdano atti che impegnano a risolvere il problema.
Si spera che presto si ponga fine a questa assurda contraddizione di termini che vede alcuni cittadini appartenenti a categorie tutelate dallo Stato (superstiti di vittime del dovere, invalidi o familiari degli invalidi o deceduti per azioni terroristiche, invalidità civili, invalidità per servizio, orfani o profughi o vedove di guerra, per servizio e per lavoro) impossibilitati a far valere il loro diritto alla riserva in quanto non possono dichiararlo a graduatoria chiusa.

Ricordiamo che il diritto alla riserva non incide sulle graduatorie in termini di punteggi, né comporta allo Stato aggravi sul bilancio.

Basterebbe quindi un semplice atto amministrativo per permettere ai docenti appartenenti alle categorie protette l.68/99 di dichiarare prima del prossimo anno scolastico il proprio titolo di riserva, tanto più che adesso si profila l’ingresso in graduatoria di nuovo personale abilitato e il Ministero dell’Istruzione dovrà mettere necessariamente mano alle graduatorie prima del 2014, data prevista del prossimo aggiornamento.

Testo ordine del giorno

Atto Camera

Ordine del Giorno 9/4865-AR/81
presentato da
GIOVANNI BATTISTA BACHELET
testo di giovedì 26 gennaio 2012, seduta n.577

La Camera, premesso che:
per i soggetti, di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68 e quelli con patologie oncologiche di cui all’articolo 6, comma 3-*bis,* del decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo 2006, n. 80, il diritto alla riserva e l’inserimento di tale titolo nelle graduatorie provinciali di cui all’articolo 1, comma 605, della legge n. 296 del 2006 viene previsto solo al momento dell’aggiornamento delle stesse, ogni tre anni; ciò lede gli stessi principi sanciti dalle succitate leggi che hanno come finalità la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato,

impegna il Governo

a valutare l’opportunità di garantire i diritti previsti dalla legge 12 marzo 1999, n. 68 e dall’articolo 6, comma 3-*bis,* del decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo 2006, n. 80, e a consentire l’inserimento del titolo riserva nelle graduatorie provinciali ad esaurimento con cadenza almeno annuale. 9/4865-AR/*81*.*(Testo modificato nel corso della seduta)* Bachelet, Siragusa, Ghizzoni, Coscia, De Biasi, De Pasquale, De Torre, Levi, Lolli, Mazzarella, Melandri, Nicolais, Pes, Rossa, Russo.

Versione stampabile
anief
soloformazione