Nel Lazio la Regione destina 8 milioni per il diritto allo studio

WhatsApp
Telegram

La Regione Lazio, guidata da Francesco Rocca, ha annunciato un investimento significativo per il diritto all’istruzione. Il Piano Annuale degli Interventi per il Diritto allo Studio Scolastico 2023/2024, proposto dall’assessore Giuseppe Schiboni, ha ricevuto l’approvazione della Giunta regionale.

Questa iniziativa stanzia circa otto milioni di euro da suddividere tra i Comuni del Lazio, con l’obiettivo di sostenere gli studenti residenti che frequentano la scuola primaria.

Il finanziamento è destinato a coprire i costi dei servizi di mensa, trasporto scolastico, libri di testo e materiale didattico. Secondo l’assessore Schiboni, si tratta di “un atto fondamentale” che risponde a diverse problematiche delle scuole con soluzioni concrete ed efficaci. “Come Regione Lazio intendiamo continuare a recepire le criticità in atto e a risolverle, migliorando sotto il profilo dell’efficienza e dell’efficacia i servizi”, ha affermato.

Il piano rientra nel quadro del Diritto allo Studio, una strategia che la Regione Lazio utilizza per attuare i principi di eguaglianza e per rimuovere gli ostacoli economici e socioculturali che possono impedire la frequenza scolastica. Questo impegno riflette anche gli obiettivi strategici dell’Europa 2020 e le priorità stabilite dal Consiglio e dalla Commissione dell’Unione Europea.

Con questo investimento, la Regione Lazio conferma il suo impegno a promuovere l’accesso equo e universale all’istruzione. Il successo di questa iniziativa contribuirà a creare un ambiente di apprendimento più accessibile e inclusivo per tutti gli studenti, una mossa che potrebbe avere un impatto duraturo sulla qualità dell’istruzione nella regione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri