Nel DDL stabilità aumentano le detrazioni fiscali per i figli, triplicando per quelli in situazione di handicap

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Nel DDL stabilità sono state votate dalla Commissione Bilancio alcune novità sulle detrazioni per figli a carico e con handicap, anche più alte rispetto agli aumenti già decisi.

Red – Nel DDL stabilità sono state votate dalla Commissione Bilancio alcune novità sulle detrazioni per figli a carico e con handicap, anche più alte rispetto agli aumenti già decisi.

L’importo base della detrazione per figli di età superiore ai tre anni passa dagli attuali 800 euro a 950 euro, con un aumento di 150 euro. L’ipotesi precedente prevedeva un aumento maggiore, di 180 euro con importo base a 980 euro, ma la Commissione ha deciso di limitare l’aumento per spostare invece risorse sulle detrazioni per i figli di età inferiore ai tre anni, che avranno una detrazione dai 900 euro ai 1220 euro, con un aumento di 320 euro (la precedente versione della legge di stabilità limitava l’aumento a 180 euro arrivando ad un importo di 1080 euro). 
 
Le cifre dipendono dal reddito, essendo legate al valore base della detrazione, e diminuiscono appunto con l’aumentare del reddito fino al loro completo annullamento.
 
Crescono le detrazioni anche per i figli in situazione di handicap: oggi, indipendentemente dall’età del figlio, esiste a carico uno sconto fiscale aggiuntivo di 220 euro, che verrà triplicato fino a 550 euro (dunque con un aumento di 330 euro) per i figli portatori di handicap con più di tre anni e a 620 euro (aumento di 400 euro) per i figli portatori di handicap di età inferiore ai tre anni.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione