Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Nel 2023 si potrà ancora andare in pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi?

WhatsApp
Telegram

Molta la preoccupazione di chi deve andare in pensione con l’anticipata ordinaria il prossimo anno. La quota 41/quota 103 non prenderà il suo posto.

In molti in questi giorni stanno parlando di riforma pensioni e questo sta generando non solo confusione ma anche preoccupazione in tanti lavoratori che vorrebbero sfruttare la Legge Fornero per la quiescenza. E’ il caso, quindi, di dare qualche chiarimento rispondendo alla domanda di un nostro lettore che ci chiede:

Buongiorno , vi volevo fare una domanda che da oggi mi sta facendo riflettere: con la nuova riforma fatta con quota 103 , io che maturo ha gennaio 2023 i 42anni e 10 mesi posso andare in pensione con l’anticipata ordinaria? O sono cambiati i requisiti, grazie

Pensione anticipata ordinaria nel 2023

Quella che il Governo sta attuando non è una riforma delle pensioni ma solo una sostituzione dell’attuale quota 102 con la quota 103. Le cose, quindi, rimarranno esattamente come quest’anno nel 2023, con la sola differenza che non ci sarà più la quota 102, ormai scaduta. E che al suo posto avremo la quota 103.

Altra novità nel 2023 è che sono state apportate delle modifiche anche all’opzione donna e che potrà accedere al pensionamento con 58 anni solo la lavoratrice dipendente con almeno due figli, a 59 anni quella che ha avuto almeno un figli e per tutte le altre l’età richiesta sarà di 60 anni. Sempre in presenza di almeno 35 anni di contributi.

Per tutto il resto la normativa previdenziale resterà invariata e resterà in vigore la Legge Fornero. Pertanto nel 2023 sarà ancora possibile andare in pensione con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e con 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. Perchè la pensione a 62 anni con 41 anni di contributi sarà soltanto un’opzione tra le tante che si potrà scegliere, non l’unica via per l’anticipo pensionistico.

Per rispondere alla sua domanda, quindi, potrà andare tranquillamente in pensione nel 2023 con la pensione anticipata ordinaria visto che i requisiti di accesso rimarranno inalterati.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur