Natale e i compiti delle vacanze. Gli studenti sono favorevoli, tanto si copiano dai compagni

di Giulia Boffa
ipsef

Skuola.net ha effettuato un sondaggio su un campione di circa 2500 studenti di scuole medie e superiori sul gradimento verso i compiti delle vacanze. 

Skuola.net ha effettuato un sondaggio su un campione di circa 2500 studenti di scuole medie e superiori sul gradimento verso i compiti delle vacanze. 
Ebbene, circa il 66% afferma che i compiti per le vacanze di Natale siano da assegnare e uno su 3 pensa anche la mole di lavoro assegnata sia giusta: per il 46%  studiare sotto le Feste va bene, purché non si esageri, per un altro 14% che ritiene sia giusto tenersi in allenamento durante le vacanze e per un altro 6% va bene avere i compiti durante le pause didattiche, ma solo se si tratta di libri da leggere.

Peccato però che se 9 teenager su 10 raccontano che i loro insegnanti per Natale hanno assegnato molti compiti per le vacanze, 2 su 5 affermano che copieranno tutto o in parte da quelli dei loro compagni, soprattutto i maschi.

I compiti di italiano si aggiudicano il primo posto per la quantità: il 29% di teenager è stato caricato di compiti maggiormente in questa materia, seguiti dal 24% di chi invece è stato caricato maggiormente in matematica. In terza posizione troviamo le lingue morte: il 14% dei ragazzi (soprattutto provenienti da licei, ovviamente) dovrebbe passare le Feste a fare versioni, mentre un altro 13% a tradurre dall’inglese o da altre lingue straniere. Pochi sono i teen appesantiti invece in storia (5%), materie scientifiche (3%) e filosofia (2%).
Ad uno studente su 3 è stato assegnato di leggere un libro, circa 1 su 5 dovrà invece sfogliarne 2 e circa il 7% dovrà leggerne 3 in un tempo record di soli 15 giorni di vacanza.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione