Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi: spetta se la mamma si dimette entro l’anno di vita del bambino

Stampa

In caso di dimissioni volontarie la lavoratrice neo mamma può presentare dimissioni ed avere, allo stesso tempo, diritto alla Naspi.

Salve Io lavoro con il contratto a tempo indeterminato. Adesso però sono in maternità facoltativa ho una bambina di 5 mesi  non ho nessuno che mi aiuta e adesso dovrei occuparmi io di lei .Volevo chiedervi se mi licenzio io ho il diritto alla Naspi ?Grazie.

Anche se la Naspi, solitamente, è riconosciuta solo al lavoratore che perde involontariamente il rapporto di lavoro (scadenza contratto a termine o licenziamento) alla neo mamma è riconosciuta anche in caso di dimissioni a patto che le stesse intervengano nel periodo di tutela contro il licenziamento.

Il periodo di tutela contro il licenziamento va dall’inizio della gravidanza e dura fino al compimento del primo anno di vita del figlio. Se, quindi, la neo mamma si dimette prima che il suo bambino compia un anno ha diritto alla Naspi anche  se non ha perso involontariamente il lavoro.

La lavoratrice madre, quindi, ha diritto alla Naspi anche in caso di dimissioni volontarie (entro il compimento del primo anno di vita del bambino) ma è necessario che sia seguita la corretta procedura nella presentazione delle dimissioni per non perdere il diritto all’indennità di disoccupazione.

Avendo, quindi, sua figlia 5 mesi è ancora nel periodo di tutela e può presentare dimissioni avendo diritto alla Naspi, ma nella procedura le consiglio di farsi assistere da un CAF per non commettere errori che potrebbero pregiudicare il diritto all’indennità.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia