Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi senza riduzione del 3% fino a fine anno, chiarimenti

WhatsApp
Telegram
Pensione Quota 100 e Naspi

Come opera la sospensione della riduzione della Naspi? Forniamo qualche chiarimento.

Il decreto legislativo 22 del 2015 prevede che l’indennità di disoccupazione Naspi dal quarto mese di fruizione sia ridotta del 3% ogni mese. Ma l’articolo 38 del decreto Sostegni bis ha previsto, invece, la sospensione dell’applicazione della riduzione per le prestazioni in pagamento dal 1 giugno 2021 e fino al 31 dicembre 2021.

Rispondiamo ad un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno, percepisco la Naspi da maggio 2020 , avevo letto che dal primo giugno 2021 non ci sarebbe stata più la trattenuta del 3% fino a dicembre 2021 ,ma  nel controllare il pagamento ( di giugno 2021 ) che mi hanno effettuato ieri mi trovo sempre la detrazione del 3%. È corretto? oppure c’è qualche errore? Grazie anticipate per la risposta.

Naspi senza riduzione

L’articolo del decreto Sostegni prevede, quindi, che dal 1 giugno al 31 dicembre 2021 sulla Naspi non debbano essere operate ulteriori riduzioni mensili del 3%. Questo significa che a partire dalla mensilità di giugno sull’indennità spettante non verrà più scalato il 3% ogni mese.  L’importo, quindi, dovrebbe rimanere inalterato rispetto a quello ricevuto per il mese di maggio 2021.

Le riduzioni già applicate fino al 1 giugno, quindi, restano in vigore ma non ne saranno applicate altre fino al 31 dicembre: di fatto, quindi, l’importo della Naspi percepito resterà inalterato fino alla fine dell’anno, senza altre riduzioni (ma quelle già applicate rimarranno in vigore).

Da gennaio 2022, però, l’importo sarà decurtato di tutte le riduzioni percentuali non applicate nel 2021 e proprio per questo motivo la differenza di importo dell’indennità fruita a dicembre e a gennaio potrebbe essere anche consistente.

L’INPS nel messaggio  numero 2309 del 16-06-2021 chiarisce anche che per la sospensione della riduzione non è necessario presentare domanda ma che verrà applicata d’ufficio. Di fatto, quindi, tutti coloro che percepiscono la Naspi già con il pagamento di questo mese dovrebbero aver ricevuto la stessa somma del mese precedente.

Se, invece, anche questo mese ha trovato l’importo diminuito rispetto a quello che ha percepito il mese scorso, le consiglio di rivolgersi all’INPS per chiedere spiegazioni al riguardo.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito