Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi per neomamma: attenzione alle dimissioni

WhatsApp
Telegram

Per la neo mamma le dimissioni che danno diritto alla Naspi vanno ratificate dall’ispettorato del lavoro.

La NAspi viene riconosciuta anche alla neo mamma che si dimette entro l’anno di vita del bambino. Teniamo a precisare, però, che questo beneficio non riguarda le neo mamme che lavorano a tempo indeterminato per la pubblica amministrazione. In ogni caso rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice:

Io ieri , 26.09.2022 mi sono dimesso per motivi che ho un bimbo di 6 mesi e non poso continuare il lavoro perché non ho aiuto con lui. Posso fare domanda per indennità?se si può dove devo andare?grazie

Naspi, dimissioni per neomamma

Non so che lavoro fa, perchè non lo specifica. Ma quando la neo mamma che si dimette nel periodo di tutela vuole avere la Naspi, le dimissioni devono essere presentate all’ispettorato del lavoro competente. Non si possono presentare dimissioni online come farebbe la generalità dei lavoratori. Infatti deve essere l’ispettorato a ratificare le dimissioni per verificare che non siano state estorte dal datore di lavoro (un tempo, infatti, le donne che avevano un bambino non erano ben viste dai datori di lavoro per le possibili assenze dal lavoro o per le ore di indennità di allattamento).

Essendo, infatti, nel periodo di tutela dal licenziamento, se presenta normali dimissioni volontarie non dovrebbero essere valide se non ratificate dall’ispettorato del lavoro.

In ogni caso se ha fatto tutti i passi giusti la domanda per avere l’indennità di disoccupazione deve presentarla all’INPS. Per farlo si può far assistere anche da un CAF o un patronato che provvederanno all’invio. Se la domanda viene accolta, dopo circa un mese riceverà il primo pagamento dell’indennità che durerà per un periodo pari alla metà delle settimane di contributi versati nell’ultimo quadriennio.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur