Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi neo mamma che si dimette: non spetta all’insegnante di ruolo

Stampa

Naspi neomamme che si dimetto: attenzione a chi spetta nel pubblico impiego.

Abbiamo parlato in precedenti altri articoli della possibilità di accedere alla Naspi, anche in caso di dimissioni, per le neo mamme nel profilo di tutela. Ma se questa regola è pienamente valida nel rapporto di lavoro privato, per le dipendenti del pubblico impiego non sempre spetta. Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Buongiorno, sono entrata in ruolo 3 anni fa e adesso sono in attesa del mio secondo figlio. Ho letto che alle mamme che si dimettono entro il primo anno di vita del bambino spetta la Naspi per la metà dei periodi coperti da contribuzione dei 4 anni precedenti. Posso terminare la maternità obbligatoria e presentare dimissioni per poter avere la Naspi per un anno mezzo?

Naspi per neo mamme del pubblico impiego

Purtroppo nel suo caso la risposta è no. Nel pubblico impiego, infatti, la Naspi spetta solo ai lavoratori con contratto a tempo determinato e non a quelli assunti a tempo indeterminato. Nel caso degli insegnanti, quindi, la disoccupazione spetta solo ai precari.

La Naspi per le neo mamme che si dimettono segue le stesse regole e non spettando ai lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato non spetta neanche alle neomamme che nel periodo di tutela si dimettono per prendersi cura del proprio bambino.

Di fatto tale possibilità di fruire della Naspi per le neo mamme, nel pubblico impiego spetta solo ai dipendenti assunti con contratto a tempo determinato e nella scuola, di conseguenza, solo alle insegnanti precarie che decidono di dimettersi prima della scadenza del loro contratto a termine (e spetterebbe anche alla scadenza del contratto a termine anche se non decidessero di dimettersi).

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur