Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi neo mamma che si dimette: la titolarità di partita Iva inficia la richiesta?

WhatsApp
Telegram

Naspi per neo mamma che si dimette: non sempre la partita Iva è ostativa alla domanda.

Come abbiamo spiegato in un precedente articolo, la neo mamma che si dimette nel periodo di tutela dal licenziamento, ha diritto a percepire l’indennità di disoccupazione Naspi. In questo articolo rispondiamo alla domanda di una lettrice che, però, è già titolare di partita Iva.

Buongiorno,  vorrei sapere se mi dovessi licenziare prima del compimento dell’anno del bambino, ma ho aperto la partita IVA regime forfettario percepisco cmq la Naspi? Grazie

Naspi neo mamma con partita Iva

Il solo fatto di avere partita Iva aperta non toglie il diritto di poter presentare domanda di Naspi, qualora decidesse di dimettersi prima che il suo bambino compia un anno. E’ importante, invece, che nel corso dell’anno non fatturi con la partita Iva più di 4800 euro perché in tal caso la Naspi le verrebbe sospesa.

C’è però anche un’altra soluzione che potrebbe prendere in considerazione se la sua partita Iva non frutta, attualmente, più di tanto ed ha intenzione di dedicarsi a quell’attività una volta che si sarà dimessa: può richiedere la Naspi anticipata entro 30 giorni dalla presentazione della domanda Naspi per incentivare la sua attività imprenditoriale.

In ogni caso, qualunque sia la sua scelta, prima di presentare dimissioni le consiglio di confrontarsi con il suo commercialista per capire il fatturato annuo per il 2021 della sua partita Iva poichè se è troppo alto rischia di non avere diritto all’indennità di disoccupazione.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO