Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi neo mamma che si dimette: attenzione a come si presentano le dimissioni

WhatsApp
Telegram
Pensione Quota 100 e Naspi

Come si procede, dopo le dimissioni, per la presentazione della domanda di disoccupazione per la neo mamma che presenta dimissioni?

Alla neo mamma che si dimette spetta la disoccupazione a patto che le dimissioni stesse vengano presentate in un determinato modo. Ma come si presenta domanda di disoccupazione? Serve recarsi all’INPS o va bene anche online? Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice:

Buongiorno, io devo fare la disoccupazione… mi sono appena dimessa perché non riesco ad gestire mio figlio… e Tommaso ha 9 mesi… come devo procedere… non ho la possibilità di spostarmi posso fare tutto online? Grazie in anticipo. In attesa di una Vostra risposta positiva.

Naspi e dimissioni neo mamma

Per le neo mamme che si dimettono è prevista la Naspi di una durata pari alla metà delle settimane di contributi versate negli ultimi 4 anni. Per avere diritto alla disoccupazione, però, la neo mamma deve presentare dimissioni particolari.

Non si devono presentare le classiche dimissioni online previste per la generalità dei lavoratori che vogliono lasciare il posto di lavoro. Le dimissioni vanno presentate all’ispettorato del lavoro territoriale dove si dovrà compilare un modulo per la convalida delle dimissioni (per la durata del periodo emergenziale, il previsto colloquio diretto della lavoratrice/del lavoratore con il funzionario dell’Ispettorato del lavoro territorialmente competente è sostituito da una dichiarazione resa dalla lavoratrice madre/ lavoratore padre interessati ai sensi del DPR 445/2000.).

In ogni caso, dopo la presentazione delle dimissioni, la richiesta della Naspi all’INPS può essere presentata anche online sul sito dell’istituto ma si deve essere in possesso di credenziali per l’accesso (va bene lo SPID o la Carta di Identità Elettronica con le credenziali fornite al momento del rilascio).

Per la presentazione della domanda è necessario essere in possesso solo dell’intestazione dell’ultima azienda presso la quale si è lavorato e della data della cessazione del rapporto di lavoro, tutti gli altri campi da compilare, infatti, riguardano informazione anagrafiche. SI ricordi, in sede di domanda, di indicare anche l’IBAN del suo conto corrente su cui accreditare l’indennità mensile.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur