Naspi: l’indennità non è sospesa per redditi fino a 8mila euro annui. Come si accerta la disoccupazione?

Stampa

Le nuove regole dettate dall’INPS sull’indennità di disoccupazione Naspi, stabiliscono che per redditi fino a 8000 euro annui non si perde il diritto alla percezione dell’ammortizzatore sociale.

Le nuove regole dettate dall’INPS sull’indennità di disoccupazione Naspi, stabiliscono che per redditi fino a 8000 euro annui non si perde il diritto alla percezione dell’ammortizzatore sociale.

A stabilirlo la circolare 194/2015 dell’INPS la quale conferma che le soglie reddituali derivanti dallo svolgimento di attività lavorativa, sia essa autonoma, parasubordinata o dipendente, che possono essere cumulate con la percezione della NASPI rimangono fissate ad euro 8mila per i lavoratori subordinati e parasubordinati e ad euro 4800 per i lavoratori autonomi.




Questo significa che, pur esercitando una attività lavorativa che permetta di rimanere al di sotto di questa soglia annua, si potrà continuare a percepire l’indennità di disoccupazione  in misura ridotta. Per redditi pari o inferiori alle soglia sopra descritte l’assegno Naspi sarà pari ad un importo dell’80% dei redditi conseguiti con il rapporto di lavoro, rapportato al periodo di tempo che intercorre tra la data di inizio dell’attività e quella di fine dell’indennità.

Stato di disoccupazione: come viene accertato?

Sempre con la circolare 194/2015 l’INPS comunica anche le regole per accertare lo status di disoccupazione del lavoratore.

Per poter accedere alla NASPI, infatti, il requisito fondamentale è lo stato di disoccupazione del lavoratore che, in assenza del portale nazionale delle politiche del lacvoro, può venire accertata in due modi:

rilascio della Did recandosi al centro per l’impiego

modalità telematica

per chi già percepisce un’indennità di disoccupazione, invece, non ci sarà bisogno del rilascio della Did poichè la domanda di prestazione presentata all’INPS equivale al rilascio della dichiarazione.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!