Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

NAspi insegnante precario con partita IVA: quando spetta?

Stampa
Pensione Quota 100 e Naspi

E’ possibile richiedere la Naspi se si è insegnante precario cessato al 30 giugno e si è anche titolare di Partita Iva?

Sono un insegnate precario e ho terminato il 30/06/20 il contratto con la scuola. Inoltre  possiedo una  partita IVA , posso chiedere l’ indennità  di disoccupazione cd. naspi, considerato che il mio reddito di partita d’IVA è sotto i 2000 euro e considerato che fino a oggi non l’ho presentata e a chi mi devo rivolgere?

Per il lavoratore dipendente in stato di disoccupazione che è anche titolare di Partita Iva, l’indennità di disoccupazione Naspi spetta solo nel caso che i redditi derivanti dal lavoro autonomo non superino i 4800 euro l’anno.

Nel suo caso, se è in possesso dei requisiti contributivi richiesti può presentare ancora domanda di indennità di disoccupazione, visto che solo per eventi di disoccupazione verificatisi nel corso del 2020, causa pandemia COVID, è possibile presentare domanda entro 128 giorni dalla perdita del lavoro (anzichè entro i 68 giorni limite previsti abitualmente).

In ogni caso dovrà dichiarare all’INPS i redditi presunti da Partita Iva nel corso del 2020 e gli stessi, in misura pari al l’80%, verranno decurtati dall’indennità di disoccupazione spettante.

Nel caso, nel corso del 2020, poi, i redditi superino i 4800 euro, invece, l’indennità residua spettante dovrà essere considerata decaduta.

Per chi, invece, intende intraprendere lavoro dipendente nel corso della fruizione della Naspi è bene sapere che:

  • per contratti a tempo indeterminato, indipendentemente dall’importo della retribuzione, è prevista decadenza della Naspi
  • per contratti a tempo determinato con retribuzione totale inferiore agli  8.145 euro annui, è prevista la sospensione della Naspi per l’intero periodo di contratto (l’indennità riprenderà ad essere erogata per la quota residua al termine del contratto di lavoro)
  • per contratti di lavoro a tempo determinato di durata inferiore ai 6 mesi e indipendentemente dal reddito percepito, la Naspi viene sospesa per l’intera durata del contratto di lavoro.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa