Naspi e nuovo incarico: quando si sospende l’indennità?

di Patrizia Del Pidio

item-thumbnail

La Naspi si sospende o decade in caso il beneficiario intraprenda un nuovo lavoro?

Buongiorno, in caso di un nuovo impiego è possibile sospendere la Naspi? se è sì quali requisiti servono e per quante volte per non perdere il diritto di usufruirne in seguito grazie

La conservazione della Naspi con un nuovo impiego dipende da due fattori principali: reddito derivante dal nuovo lavoro e durata del contratto. Andiamo a spiegare

Se il disoccupato che percepisce Naspi trova un nuovo lavoro dipendente che abbia contratto superiore  a 6 mesi o con reddito totale che supera gli 8mila euro il diritto alla Naspi  decade.

In caso, invece, la nuova occupazione è inferiore a 6 mesi e non porti redditi superiori a 8mila euro la Naspi si sospende per riprendere, per il periodo residuo non goduto, al termine del nuovo contratto.

Se l’indennità è sospesa o decade, quindi, dipende dall’importo che percepirà con il lavoro e in base alla durata dello stesso. Se percepirà meno di 8mila euro e se il lavoro durerà meno di 6 mesi al termine dello stesso tornerà a percepire il periodo spettante di Naspi.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile