Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi e nuovo contratto: la durata si allunga oppure no?

Stampa

Durata della Naspi: cosa accade in caso di nuovo contratto di lavoro, la durata si allunga?

Salve a dicembre 2018 vengo licenziato e vado in naspi,il 15 marzo 2020 ritorno a lavorare con un contratto part-time che mi scade il 31 maggio 2020,volevo sapere la naspi si allunga come tempi?mi spiego la mia scadenza era due anni,ora essendo che ho lavorato questi due mesi e mezzo la naspi finisce a dicembre 2020 opp si allunga ?grazie per la risposta ,saluti.

Se durante il nuovo rapporto di lavoro la prestazione di indennità di disoccupazione è stato sospesa, la stessa riprende al termine del nuovo contratto a tempo determinato. In questo caso se spettavano 24 mesi di Naspi la stessa si allunga del tempo di durata del contratto di lavoro che ha portato alla sospensione dell’indennità di disoccupazione. e l’indennità è soltanto sospesa al termine del contratto di lavoro, l’erogazione riprende per il periodo residuo che ancora spetta non considerando il tempo dedicato al contratto di lavoro.

Se, invece, il nuovo rapporto di lavoro non ha prodotto un reddito superiore agli 8mila euro, non durando lo stesso più di 6 mesi, non ha portato alla sospensione della Naspi ma solo alla riduzione dell’importo in base al reddito percepito dal contratto di lavoro ( in misura pari all’80% del reddito percepito), il tempo della durata non si protrae nel tempo ma scadrà alla data prevista. Questo avviene nel caso che il nuovo lavoro sia autonomo (contratto a progetto, collaborazione, lavoro occasionale).

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia