Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi dopo dimissioni: è determinante come si presentano per la neo mamma

WhatsApp
Telegram

La neo mamma che si dimette nel periodo di tutela deve presentare le proprie dimissioni presso l’ispettorato del lavoro.

Le neo mamme nel periodo di tutela dal licenziamento (per tutta la gravidanza, quindi, e fino al compimento dell’anno di vita del bambino) possono decidere di smettere di lavorare e percepire la Naspi anche se presentano dimissioni. Ma è determinante il COME presentare le dimissioni, per non perdere il diritto all’indennità di disoccupazione.

Naspi per dimissioni neo mamma

In molti casi ci scrivono lettrici che, per beneficiare della Naspi, hanno presentato le classiche dimissioni con il form del Ministero del Lavoro e che, poi, si sono viste respingere la richiesta di Naspi nonostante in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Le dimissioni, per poter beneficiare della Naspi, devono essere presentate solo ed esclusivamente tramite l’ispettorato del lavoro. E questo è determinante per vedere accettata la propria richiesta di Naspi.

Presso l’ispettorato del lavoro, infatti, verrà fatta sottoscrivere alla neo mamma che presenta dimissioni, una dichiarazione in cui la stessa affermi di essere a conoscenza che il datore di lavoro non può licenziarla nel periodo di tutela. La neo mamma dovrà dichiarare di volersi dimettere volontariamente e senza alcuna costrizione e dovrà indicare il mese di gravidanza e la data presunta del parto o, in alternativa la data in cui ha partorito.

Il consiglio, quindi, quando si decide di presentare dimissioni volontarie per accudire il proprio bambino, è sempre quello di farsi assistere da un CAF per non commettere errori nella presentazione delle stesse che potrebbero andare ad inficiare la possibilità di veder accolta la propria domanda di indennità di disoccupazione.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito