Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Naspi anticipata e convocazione per supplenza: bisogna restituire la somma per intero?

Stampa
Pensione Quota 100 e Naspi

Se si sceglie di fruire della Naspi anticipata e si viene convocati per una supplenza, si è tenuti alla restituzione dell’intera somma?

Buonasera,
quale percettore di Naspi, ho aperto la partita Iva e richiesto il pagamento anticipato della Naspi residua. Adesso mi hanno convocato per una supplenza fino al 30 giugno. Cosa succede in questo caso? Occorre restituire l’anticipo per intero oppure no?
Grazie

L’articolo 8, comma 1, del Dlgs numero 22 del 2015 prevede la possibilità di percepire l’indennità di disoccupazione Naspi. La Naspi, erogata in un’unica soluzione anzichè in forma mensile, spetta a chi, dopo la perdita del lavoro subordinato, decida di avviare un’attività autonoma aprendo una partita Iva o sottoscriva una quota di capitale  di una cooperativa.

Ma cosa accade al lavoratore che durante la fruizione della Naspi anticipata trova un nuovo contratto di lavoro subordinato?

Dopo la richiesta di Naspi anticipata il disoccupato ha l’obbligo di non instaurare un nuovo rapporto di lavoro di tipo subordinato per tutta la durata teorica del periodo per il quale è riconosciuta l’indennità anticipata.

Se il disoccupato instaura un nuovo rapporto di lavoro subordinato prima di tale scadenza è tenuto alla restituzione dell’intero importo dell’anticipazione percepita.

Nel suo caso, quindi, se  la supplenza è arrivata prima della teorica scadenza della Naspi è tenuta alla restituzione dell’intera somma che ha percepito a titolo di anticipo.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa