Naspi 2015: disoccupazione anche ai docenti precari che entrano in ruolo

WhatsApp
Telegram

Con il messaggio 3334 dello scorso 7 luglio l’INPS ribadisce quanto previsto in materia disoccupazione per i docenti precari nel messaggio 6050 del 14 luglio 2014.

Con il messaggio 3334 dello scorso 7 luglio l’INPS ribadisce quanto previsto in materia disoccupazione per i docenti precari nel messaggio 6050 del 14 luglio 2014.

Gli insegnanti hanno diritto di percepire l’indennità di disoccupazione, anche con la nuova NASpI.

Gli insegnanti interessati maggiormente dalla NASpI sono i precari che, come spesso accade, non essendo entrano in ruolo dopo il 30 giugno  alla data del 1 settembre. Gli insegnanti in questo modo si trovano a non vedersi retribuire  le mensilità relative ai mesi estivi di luglio e agosto. 




Anche se il rapporto a tempo indeterminato dei docenti che entrano in ruolo decorre dalla nomina agli effetti giuridici. La differenza che intercorre tra gli effetti giuridici e quelli economici  fa supporre che gli effetti giuridici retrodatati non facciano decadere il diritto all’indennità per il periodo non lavorato poiché lo stato di disoccupazione se non giuridico almeno dal punto di vista economico sussiste.

In questo caso, quindi, gli insegnanti hanno tutto il diritto a vedersi indennizzate le giornate in cui non hanno ricevuto una retribuzione.

Leggi anche: Naspi Inps 2015: guida completa alla nuova indennità di disoccupazione

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur