Nasce lo Spazio europeo dell’istruzione superiore

di redazione
ipsef

UE – In occasione del decimo anniversario del Processo di Bologna per la riforma dell’istruzione superiore Androulla Vassiliou, Commissariaeuropea per l’Istruzione, la Cultura, il Multilinguismo e la Gioventù, parteciperà all’avvio ufficiale dello ‘Spazio europeo dell’istruzione superiore’ che si celebrerà oggi e domani a Budapest e Vienna alla presenza dei ministri dell’Istruzione di 46 paesi europei. Il processo di Bologna, che prende il nome dalla città in cui è stato avviato nel giugno 1999, ha messo in moto una serie di riforme intese a rendere i sistemi europei d’istruzione superiore più compatibili e comparabili, competitivi e attraenti per gli studenti.

UE – In occasione del decimo anniversario del Processo di Bologna per la riforma dell’istruzione superiore Androulla Vassiliou, Commissariaeuropea per l’Istruzione, la Cultura, il Multilinguismo e la Gioventù, parteciperà all’avvio ufficiale dello ‘Spazio europeo dell’istruzione superiore’ che si celebrerà oggi e domani a Budapest e Vienna alla presenza dei ministri dell’Istruzione di 46 paesi europei. Il processo di Bologna, che prende il nome dalla città in cui è stato avviato nel giugno 1999, ha messo in moto una serie di riforme intese a rendere i sistemi europei d’istruzione superiore più compatibili e comparabili, competitivi e attraenti per gli studenti.

Androulla Vassiliou, Commissaria europea per istruzione, cultura, gioventù e multilinguismo, ha dichiarato: ‘L’ultimo decennio ha visto una grande espansione dei sistemi di istruzione superiore, accompagnata da significative riforme strutturali e dei sistemi di garanzia della qualità. Dobbiamo continuare a modernizzare e migliorare la qualità dell’istruzione superiore, e renderla più accessibile ai cittadini. La nuova strategia per l’Europa 2020 fornirà un ulteriore impulso, in particolare incoraggiando le misure intese ad aumentare il numero di laureati da meno di un terzo ad almeno il 40% della popolazione."

La Commissione europea ha finanziato diversi studi e relazioni sugli effetti del processo di Bologna, compresa una relazione indipendente di valutazione, che saranno sottoposti ai ministri per discussione.

Approfondisci

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare