Nasce una canzone per ragazzi dedicata alla memoria di Falcone e Borsellino

di redazione
ipsef

Paolo Borsellino sosteneva che: “Se la gioventù negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa mafia sparirà come un incubo”.

Paolo Borsellino sosteneva che: “Se la gioventù negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa mafia sparirà come un incubo”.

È questo il senso di “Camminano le idee”, canzone scritta dalla siciliana Ilenia Navarra per quanto riguarda la parte del testo e dal bolognese Riccardo Lasero per la composizione musicale.

A dar voce al brano è il piccolo Mattia Gallo, 12 anni di Catania.

Perché la scelta è ricaduta su di lui? Proprio per la sua giovane età e per il desiderio, comune a quello degli autori, di rendere merito e giustizia ai due giudici assassinati dalla mafia 24 anni fa.

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vivono ancora: sono negli uffici, nelle strade… nelle scuole. Sono numerosi i brani nati in ricordo dei due, ma nessuno, mai è stato cantato da un bambino. Nessuno ha usato le parole vicine al mondo dei più piccoli per promuovere la cultura della legalità. Giovanni e Paolo non possono essere dimenticati, il nostro compito è mantenerne viva la memoria.

Il brano nasce per trovare spazio tra i giovani e i giovanissimi, lo si può tranquillamente immaginare tra i banchi di scuola, colonna sonora di uno dei tanti progetti di legalità. Il messaggio, tradotto in musica, si presta a divenire un ottimo mediatore didattico al quale fare riferimento oltre che un tramite vincente, utilissimo al fine di veicolare messaggi importanti quali il coraggio, la giustizia e, appunto la legalità.

https://www.youtube.com/watch? v=fMvPfspm8PI

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare