Mutui ipotecari Inps, dal 1° novembre cambiano i tassi

WhatsApp
Telegram

I tassi di interesse applicabili ai mutui ipotecari edilizi, per gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, hanno subito delle variazioni. Lo fa sapere l’Inps con una nota. L’adeguamento – spiega l’istituto -si è reso necessario per garantire un equo flusso delle entrate della Gestione unitaria, considerato che quelle risorse finanziano anche le altre prestazioni di credito e le prestazioni di welfare, in una funzione mutualistica e sociale.

I tassi di interesse aggiornati, approvati con Determinazione del Commissario straordinario n. 72/2023, saranno applicati alle domande di mutuo presentate dal 1° novembre 2023.

Tutte le informazioni sono consultabili alla pagina dedicata 

Ricordiamo che il mutuo ipotecario Inps è un finanziamento agevolato a lungo termine che è possibile richiedere per:

  • sostenere le spese di acquisto, costruzione o ampliamento della prima e unica casa di abitazione;
  • acquistare o costruire un box o posto auto destinato a diventare pertinenza della prima e unica casa di abitazione;
  • sostenere le spese per l’iscrizione e la frequenza di corsi di studio per sé stessi o per i componenti del nucleo familiare;
  • chiudere un mutuo già contratto con una banca (cd. portabilità o surroga).

Possono richiedere un mutuo ipotecario INPS gli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali da almeno un anno in attività di servizio con contratto di lavoro a tempo indeterminato al momento della presentazione della domanda oppure pensionati.

La domanda va presentata ogni anno dal 15 gennaio al 15 dicembre.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri