Mussini (Gruppo Misto) alla Fedeli: in attesa di aumentare gli stipendi, dimezzi numero alunni per classe

Stampa

comunicato Gruppo Misto – “I dati Ocse sugli stipendi dei docenti italiani, purtroppo, non stupiscono chi conosce a fondo il mondo della scuola. Un livello salariale che, calato nelle diverse realtà del Paese, con qualità e costi della vita differenti, può rivelarsi addirittura insufficiente ai bisogni anche solo di sopravvivenza di un insegnante ”. A sottolinearlo è Maria Mussini, vicepresidente del Gruppo Misto al Senato e ferma oppositrice della legge sulla Buona Scuola.

La senatrice, proprio di fronte alle cifre snocciolate dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, un suggerimento vuole darlo alla titolare del dicastero dell’Istruzione: “Il ministro Fedeli , visto che è convinta che gli insegnati dovrebbero essere pagati il doppio rispetto a quanto percepiscono, potrebbe cominciare almeno col dimezzare o ridurre di due terzi il numero di studenti per classe. In questo modo – conclude Mussini – in attesa di trovare il coraggio per uniformare i salari della docenza italiana a quella del resto d’Europa, si potrebbe in parte alleviare la fatica di maestri e professori sulle cui spalle, da venti anni a questa parte, pesano anche tutte quelle responsabilità che società e famiglie oberate dalle difficoltà non riescono più ad assumersi”.

Ufficio Stampa
Senatrice Maria Mussini – vicepresidente Gruppo Misto Senato

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!