Musk: “L’Italia faccia più figli o scomparirà. Con denatalità rischio estinzione umanità”. Il monito

WhatsApp
Telegram

Nel corso di un’intervista a “Quarta Repubblica” su Rete4, Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e proprietario di Twitter, ha espresso la sua preoccupazione riguardo al basso tasso di natalità in Italia e ha lanciato un appello affinché venga invertita questa tendenza. L’alto imprenditore ha affermato di essere un grande estimatore del nostro Paese, definendolo “fantastico” sia dal punto di vista culturale che per gli affari.

Secondo Musk, la denatalità rappresenta un grave problema a livello globale e potrebbe portare all’estinzione della specie umana se le attuali tendenze non vengono contrastate. Il proprietario di Twitter ha dichiarato che, se non si inverte la rotta, anche l’Italia rischia di scomparire: “L’anno scorso, credo che il numero dei decessi sia stato il doppio rispetto a quello dei nuovi nati”, ha sottolineato.

Tuttavia, il fondatore di Tesla ha espresso scetticismo riguardo all’idea che l’immigrazione possa risolvere il problema della bassa natalità. Secondo Musk, il compito di prendersi cura delle persone anziane non dovrebbe ricadere sui figli di altre persone, ma rappresenta una questione morale più profonda. Poi ha sollevato un interrogativo: è giusto chiedere ai figli altrui di prendersi cura di noi quando diventeremo anziani? La sua opinione è che questa responsabilità debba essere affrontata in modo individuale e non delegata ad altre persone.

L’importanza di una crescita demografica sostenuta è stata ribadita da Musk in relazione alla consapevolezza collettiva dell’umanità. Poi ha argomentato che, se la popolazione continua a diminuire, si ridurrà anche la nostra capacità collettiva di comprendere la natura dell’universo. Il fondatore di Tesla, infine, ha sottolineato l’importanza di mantenere una consapevolezza collettiva elevata per affrontare le sfide che l’umanità deve affrontare.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri