Musica vietata per 15enne musulmana: interrogazione a Gelmini

di redazione
ipsef

APCOM – Il padre giudica le lezioni ‘impure’, lei in classe con cuffiette

APCOM – Il padre giudica le lezioni ‘impure’, lei in classe con cuffiette

Una interrogazione urgente al ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, sul caso della ragazza di Reggello cui sarebbe stato vietato dal padre di seguire le lezioni di musica a scuola sulla base di restrizioni di ordine religioso. A presentarla il leader dell’Api, Francesco Rutelli.

Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, da oltre un anno, la quindicenne segue le lezioni di musica di scuola media con i tappi alle orecchie perchè il padre Omar, marocchino di fede islamica, considera la musica impura e gli insegnanti hanno escogitato questa originale strategia per permetterle di rimanere in classe durante le lezioni di educazione musicale.

A un certo punto, però, il padre decise di non mandare più a scuola la 15enne quando c’erano le esercitazioni musicali e, a causa delle troppe assenze, la studentessa venne bocciata. La preside segnalò il caso al sindaco e ai carabinieri

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione