Musica a scuola già alla primaria? Appello al ministro Bianchi: “Necessario colmare questa lacuna”

WhatsApp
Telegram

Educazione musicale già alla scuola primaria, impartita da docenti specializzati. La richiesta arriva dagli insegnanti di un scuola di Firenze, annunciata la scorsa settimana a margine di un evento pubblico svolto in Toscana.

“Necessario che l’Italia colmi questa lacuna e introduca l’educazione musicale nelle scuole. Un’iniziativa concreta da parte del Ministero”, si legge nell’appello.

C’è un diritto fondamentale che continua a essere negato a tutti gli italiani ed è il diritto all’apprendimento e alla pratica attiva della musica a scuola – si legge ancora nella petizione – mentre in molte altre nazioni la musica è sempre presente”.

Tra i primi firmatari, illustri musicisti da Maurizio Pollini a Salvatore Accardo, da Giacomo Manzoni a Daniele Gatti.

Più volte il ministro dell’Istruzione si è speso per l’educazione musicale a scuola: “L’educazione musicale ha un ruolo fondamentale nello sviluppo, non solo della singola persona, ma anche della comunità. […] E per questo, quindi, che io vorrei rilevare l’altissimo valore educativo della musica e della musica a scuola e della musica come parte componente del percorso di crescita di ognuno. La musica non deve essere un ospite a scuola ma deve essere un pilastro fondamentale di tutto il nostro sistema educativo a ogni livello. So che questa è la vostra battaglia sappiate che anche la mia”.  Così il ministro nel 2021 a margine di evento organizzato dal Forum Nazionale per l’Educazione Musicale.

In altre circostanze, il ministro è stato ancora più chiaro: “Occorre permettere a ogni bambino e a ogni bambina di questo Paese di poter suonare uno strumento insieme con altri vuol dire non soltanto permettere a quel bambino di avere più strumenti per crescere, ma vuol dire anche la capacità di costruire delle comunità solidali, solidali in cui l’inclusione non diventa una parola astratta ma diventa una pratica quotidiana, vuole dire la capacità di costruire una società”.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio