Il multitasking danneggia il cervello in modo permanente

WhatsApp
Telegram

Alcune ricerche pubblicate dalla rivista “Forbes” hanno dimostrato che il multitasking, cioè la capacità di compiere più azioni contemporaneamente ci rende stupidi, provoca cioè una riduzione della densità della corteccia anteriore cingolata del cervello, ossia la regione responsabile dell’empatia e del controllo cognitivo ed emotivo. E i danni provocati sono permanenti.

Alcune ricerche pubblicate dalla rivista “Forbes” hanno dimostrato che il multitasking, cioè la capacità di compiere più azioni contemporaneamente ci rende stupidi, provoca cioè una riduzione della densità della corteccia anteriore cingolata del cervello, ossia la regione responsabile dell’empatia e del controllo cognitivo ed emotivo. E i danni provocati sono permanenti.

Gli studiosi dell’University of Sussex hanno esaminato il cervello delle persone che passano il tempo usando diversi strumenti digitali e le immagini ottenute con la risonanza magnetica hanno appunto dimostrato che chi pratica il multitasking ha una densità inferiore agli altri nella corteccia anteriore cingolata.  

La scoperta era già stata fatta da una precedente ricerca del 1979, condotta dall’università di Stanford:lo studio dimostrò che il nostro cervello è più produttivo se facciamo una cosa alla volta. l multitasking ci rallenta nel passare da una azione all’altra e ci rende incapaci di distinguere le informazioni importanti da quelle irrilevanti, nel bombardamento di stimoli a cui sottoponiamo il nostro cervello.

Un’altra ricerca della University of London ha dimostrato inoltre che il multitasking riduce il quoziente intellettivo addirittura di 15 punti, praticamente il livello di un bambino di terza elementare.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur