M5S: nel DEF impegno ad aumentare risorse per istruzione e ricerca

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato M5S – “Il via della Camera alla risoluzione di maggioranza sulla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Nadef) è un’ottima notizia per il Paese.

In particolare ci preme rilevare l’impegno, fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle e condiviso da tutte le forze di maggioranza, a incrementare le risorse per l’istruzione e la ricerca scientifica e tecnologica, nonché rafforzare e sostenere il sistema scolastico. Un piano d’azione che guarda finalmente al futuro investendo sui giovani e sulla loro formazione e che si deve all’ottima sinergia tra le forze politiche di maggioranza e l’esecutivo”. Lo affermano in una nota le deputate e i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura.

“Già nel parere espresso in commissione Cultura avevamo ribadito l’urgenza di valorizzare le nostre giovani eccellenze e il ruolo dei docenti, anche attraverso un riconoscimento economico e nuove assunzioni. Dobbiamo concentrare l’azione politica nel potenziamento della didattica di qualità, senza “classi pollaio” e con maggiori investimenti indirizzati all’edilizia scolastica, anche nell’ottica della creazione di ambienti adeguati alla didattica innovativa. Dobbiamo tutelare e includere efficacemente gli studenti con disabilità, contrastare la povertà educativa, garantire – come ha già annunciato il governo – l’accesso gratuito agli asili nido e ai micro-nidi e l’ampliamento dei posti disponibili, soprattutto al Sud, influendo positivamente sugli equilibri lavoro-vita privata delle famiglie” proseguono.

“In relazione all’Università e alla Ricerca – riprendono i pentastellati – abbiamo accolto con favore da un lato il potenziamento del sistema universitario soprattutto in riferimento all’accesso e al diritto allo studio, e dall’altro l’allineamento delle modalità di reclutamento ai migliori standard internazionali. La Commissione ha apprezzato le misure tese alla promozione della produzione artistica nazionale per il cinema, lo spettacolo e il settore dell’audiovisivo come pure il sostegno alle imprese culturali e creative e al turismo, nonché tutte le proposte tese ad assicurare un’adeguata protezione del patrimonio culturale e paesaggistico ed un più ampio accesso alle biblioteche ed agli archivi, utilizzando le più moderne tecnologie digitali. Molto importante anche l’obiettivo di valorizzare i piccoli musei in connessione con il rilancio dei piccoli borghi del Belpaese, quello di moltiplicare gli attrattori culturali e di promuovere la diplomazia culturale e la cooperazione con altri Paesi in questo ambito”.
“In merito allo sport è stata ampiamente condivisa la volontà di creare una connessione con il settore dell’innovazione, nonché tra percorso scolastico e formativo a favore di una maggiore partecipazione e della creazione di un senso di comunità. In questo contesto è centrale il ruolo dello sport di base, che deve conoscere una nuova stagione di rilancio anche attraverso l’utilizzo delle palestre scolastiche” concludono i parlamentari del Movimento 5 Stelle.
Versione stampabile
anief banner
soloformazione