Mozioni in Sicilia e Umbria per aiutare i docenti di ruolo fuori sede e i diplomati magistrale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Comune di Augusta ha deciso di sostenere la “Piattaforma programmatica degli insegnanti siciliani”, che contiene le istanze di migliaia di docenti, appartenenti a gruppi e comitati, trasferiti al Nord per gli effetti del piano assunzioni della legge 107/2015 (legge “Buona scuola”).

Ne parla La Gazzetta Augustana.

Diversi consigli comunali siciliani hanno già approvato la mozione; i consiglieri di minoranza Salvo Aviello e Irene Sauro del comune di Augusta nei giorni scorsi, come affermano in una nota congiunta, avrebbero “presentato questo problema, assieme a rappresentanti degli insegnanti, all’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, che ha rinnovato il suo impegno a sostegno dei docenti siciliani per una giusta soluzione della vertenza“.

La piattaforma dei docenti richiede il rientro degli insegnanti trasferiti al Nord anche attraverso la formazione di un tavolo tecnico al Miur con una rappresentanza di docenti in mobilità e un piano di rientro definitivo, da realizzare entro la fine del prossimo anno scolastico, con emendamenti da presentare dentro la legge di Bilancio.

Al Consiglio regionale dell’Umbria tra le mozioni, invece, è stata approvata quella sulle discriminazioni tra docenti laureati e diplomati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento.
Il Movimento 5 Stelle ha votato contro la mozione urgente presentata dagli altri gruppi ritenendola incompleta, presentando un ordine del giorno. “Chiediamo alla giunta di adoperarsi in tutte le sedi istituzionali – hanno sottolineato i consiglieri cinquestelle, Gianluca Bozzetti e Grazia Di Bari all’Ansa – per tutelare tutti quei docenti in possesso del diploma magistrale esclusi dalle Graduatorie a Esaurimento per effetto di una sentenza del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre”.

Intanto i docenti umbri hanno organizzato una manifestazione pacifica per sabato 17 marzo con partenza alle 16 da viale Carlo Manuali (ex geometri) e arrivo nel centro storico di Perugia.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione