Mozione reintegro Deledda programmi scolatici, Centemero (FI): spero in una larga convergenza

di redazione
ipsef

Dichiarazione Elena Centemro (FI) – “Grazia Deledda è la scrittrice sarda più famosa al mondo, nonché l’unica italiana ad aver vinto il Premio Nobel per la letteratura. Eppure sembra essere invisibile: è marginale nei programmi scolastici, dimenticata dai mezzi di comunicazione e quasi rimossa dalla memoria collettiva. Invisibile, appunto, come troppe donne nella società”.

Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero, nel corso di una conferenza stampa.

“Di qui la mia mozione parlamentare su cui domani si esprimerà la Camera, mi auguro a larga maggioranza, per impegnare il Governo ad individuare iniziative per celebrare il novantesimo anniversario dall’attribuzione del Premio Nobel per la letteratura a Grazia Deledda, per far studiare nelle scuole di ogni ordine e grado la figura e la straordinaria opera di Grazia Deledda e per celebrare le donne e gli uomini italiani che sono stati insigniti del Premio Nobel o di altri prestigiosi premi internazionali, quali esempi per i giovani.

Perché la storia personale di Grazia Deledda, la sua capacità di superare l’ostilità familiare e la scarsa considerazione sociale in cui era relegata la figura femminile, affermando la propria passione per la letteratura e il proprio talento per la scrittura, nonché la forza di volontà con cui ha coltivato, da autodidatta, gli studi letterari, sono davvero esemplari”, ha concluso.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione