Morte Camilleri, M5S: perdita inestimabile per la nostra coscienza civica

COmunicato M5S – “Soltanto i suoi romanzi possono dare la misura della grandezza di Andrea Camilleri, la cui dipartita è una perdita inestimabile non solo per la nostra letteratura ma anche e soprattutto per la nostra coscienza civica.

Un autore di una profondità enorme, capace di descrivere ogni più remoto aspetto della sua amata terra, la Sicilia, condensando nei suoi romanzi quell’inestricabile groviglio di sentimenti e contraddizioni che ha sempre rappresentato l’anima enigmatica dell’isola. Ma Camilleri era qualcosa di più di uno scrittore. Camilleri era memoria storica del nostro Paese, pungolo morale per la politica, sempre dotato di spirito critico e democratico. Camilleri era un intellettuale nel senso più pieno del termine, fautore di una lingua del tutto personale, che mischiava l’ampiezza della sintassi italiana a quella musicalità poetica tipica del siciliano. La sua scomparsa determina un vuoto profondo, che solo in parte potremo colmare leggendo le sue pagine.

A lui penseremo ogni volta che passerà sul nostro teleschermo un episodio di Montalbano, con l’affetto che ci lega a un maestro a noi tutti così caro. Ci piace pensare che la proposta di legge per la diffusione della lettura appena approvata alla Camera possa rappresentare il nostro piccolo segno di riconoscenza a un uomo che della cultura diffusa e aperta a tutti ha fatto la sua ragione di vita”. Lo afferma Vittoria Casa, deputata siciliana in commissione Cultura.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia