Montaggio video con OpenShot, libero e gratuito

di Antonio Faccioli

item-thumbnail

Sicuramente i programmi per fare editing video non mancano, basta usare un motore di ricerca per trovare diversi strumenti gratuiti e a pagamento che ci permettono di realizzare il nostro personale montaggio.

D’altronde troviamo anche delle app negli store per cellulare che ci permettono di elaborare in velocità le foto fatte con gli smartphone. I software per fare montaggio audio-video sono diventati quindi applicazioni di uso comune che non sono più di solo appannaggio dei professionisti.

Gli insegnanti pertanto, che volessero utilizzare questa tipologia di strumenti in classe, possono trovare e sperimentare diverse soluzioni.

Una di queste è sicuramente OpenShot, un software libero e gratuito, disponibile per Windows, Mac e Linux. In quanto open source, può essere utilizzato tranquillamente senza vincoli di licenza sia in classe che a casa dagli stessi studenti.

Si tratta di un video editor non lineare, ovvero le clip video possono essere editate, mixate e arrangiate senza che i video originali vengano modificati. Possiamo usare Openshot per creare gallerie di foto, modificare video amatoriali, creare filmati per DVD o da pubblicare ad esempio su Youtube.

Questo programma, oltre ad avere un’interfaccia amichevole che semplifica il suo utilizzo, possiede un set completo di caratteristiche professionali che lo rendono uno strumento affascinante e agevole.

Utilizzando la libreria FFmpeg, è in grado di supportare una vasta tipologia di formati video, audio ed immagini, tanto da avere l’imbarazzo della scelta sia nell’importazione che nell’esportazione finale.

E’ dotato di un sistema multitraccia, che consente di lavorare con diversi livelli, ed è perfettamente integrato con il desktop dell’utente permettendo l’inserimento degli oggetti tramite il semplice trascinamento del mouse.

Sempre tramite il drag & drop (trascinamento) è possibile manipolare lo scorrimento e la sovrapposizione dei vari elementi che andranno a comporre il video finale, naturalmente sono disponibili degli strumenti avanzati che permettono di lavorare tramite il minutaggio e quindi con assoluta precisione.

Concludiamo questa carrellata di caratteristiche con la possibilità di aggiungere effetti di transizione, di luminosità, di gamma colori e non da ultimo l’inserimento di titoli animati. Tuttavia rimandiamo al sito internet ufficiale per conoscere tutte le opportunità offerte da questo sorprendente software.

OpenShot, pur non essendo l’unica soluzione open source, la consiglierei come prima scelta per la sua semplicità, versatilità e potenza. Per chi desiderasse cimentarsi con il suo utilizzo propongo infine di dare un’occhiata al manuale, realizzato da Andrea D’Andrea, che seppur realizzato sulla prima versione del software e per l’edizione Linux, può essere un ottimo punto di partenza per conoscere le funzionalità di questo prodotto.

Invia la tua risorsa o un tuo intervento su argomento didattica a: [email protected]
Versione stampabile