Monetizzazione ferie non godute a.s. 2012/13, il Miur dà ascolto al MEF

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – Secondo il MEF dal 1° gennaio 2013 è consentita la monetizzazione delle ferie dei docenti a tempo determinato nella misura data dai giorni di ferie spettanti, detratti quelli di sospensione delle lezioni compresi nel periodo contrattuale. I sindacati avevano chiesto al Miur di non inviare la nota alle scuole e di discuterne insieme, ma il Miur tira dritto e la nota è compresa nell’esercizio finanziario settembre – dicembre 2013.

Lalla – Secondo il MEF dal 1° gennaio 2013 è consentita la monetizzazione delle ferie dei docenti a tempo determinato nella misura data dai giorni di ferie spettanti, detratti quelli di sospensione delle lezioni compresi nel periodo contrattuale. I sindacati avevano chiesto al Miur di non inviare la nota alle scuole e di discuterne insieme, ma il Miur tira dritto e la nota è compresa nell’esercizio finanziario settembre – dicembre 2013.

In esso si legge infatti "Con nota prot. 72696 del 4 settembre 2013, trasmessa alle Ragionerie territoriali dello Stato con lettera prot.73425 MEF/RGS – IGF del 6 settembre 2013, il MEF – Ragioneria Generale dello Stato ha fornito proprie indicazioni in merito alla “Corresponsione di trattamenti economici sostitutivi delle ferie non fruite dal personale docente, educativo ed ATA (c.d. monetizzazione delle ferie non fruite) nell’a.s. 2012/13" .

Quindi le segreterie scolastiche dovranno tenere come riferimento questa nota MEF che ha indignato le Organizzazioni Sindacali e sulla quale era stato richiesto, già la scorsa settimana, un incontro. Tuttavia mancano precise istruzioni operative su come elaborare i dati.

Monetizzazione ferie supplenti a.s. 2012/13: i sindacati chiedono che la nota non sia trasmessa alle scuole

Cosa prevede la nota MEF del 04 settembre 2013

WhatsApp
Telegram

Eurosofia nel mese di dicembre trasmetterà tre nuovi incontri formativi gratuiti dedicati agli attori della scuola