MOF: firmata l’ipotesi di contratto a.s.2018/19, recuperati fondi ed economie restano alle scuole

di redazione
ipsef

item-thumbnail

 E’ stato firmato il CCNI sul  fondo per il miglioramento dell’offerta formativa (MOF) di cui all’articolo 40 del CCNL comparto “Istruzione e Ricerca”, sezione istituzioni scolastiche ed educative.

Questi i punti principali, come elencati dalla FLC CGIL:

  • vengono recuperati per il futuro, ulteriori fondi che finora non erano stati presi in considerazione dall’amministrazione: si tratta dei fondi non utilizzati dalle scuole italiane all’estero e che, per contratto, devono essere riversate nel fondo delle istituzioni scolastiche (articolo 104 del CCNL Comparto scuola)
  • si quantificano le risorse spettanti ad ogni istituzione scolastica secondo precisi parametri di complessità
  • si sancisce che le economie dell’anno precedente, non importa da quale voce generate, rimarranno nella disponibilità delle singole scuole dove si sono verificate senza vincolo di destinazione
  • le risorse per le aree a rischio e forte processo immigratorio verranno direttamente assegnate alle istituzioni scolastiche senza più il passaggio dalla contrattazione regionale
  • anche le risorse per le indennità di turno notturno e festivo e per il bilinguismo e trilinguismo saranno assegnate alle scuole interessate
  • sarà accantonata una quota specifica per le indennità di direzione dei sostituti dei DSGA.

Prossimo passo sono i controlli di rito da parte delle amministrazioni competenti per la firma definitiva.

 

Versione stampabile
anief
soloformazione