Modena, oltre 1900 studenti positivi, 350 tra docenti e ATA. Sindacati chiedono prudenza

Stampa

Si è tenuto ieri pomeriggio l’incontro tra i sindacati Cgil, Cisl, Uil, insieme alle Categorie della scuola Flc/Cgil, Cisl/Scuola, Uil Scuola/Rua e i vertici del Dipartimento di Sanità pubblica della Ausl di Modena.

L’analisi dei dati illustrati – informano le OOSS – evidenzia come l’aumento del trend dei casi di contagio degli ultimi giorni abbia avuto ripercussioni anche nella scuole modenesi, e ad aggiungere ulteriori elementi di preoccupazione sono le varianti del virus.

Dall’inizio dell’anno scolastico alla scorsa settimana sono stati 489 i focolai (di cui 39 nei servizi educativi 0-3 anni, 174 nelle scuole dell’infanzia, 137 nelle scuole primarie, 90 nelle secondarie di primo grado, 49 nelle secondarie di secondo grado). Erano 343 nella settimana del 21 dicembre.

Per quanto riguarda i tamponi risultati positivi, la settimana scorsa si sono registrati 1928 studenti e 350 operatori scolastici (docenti e/o personale ATA), mentre nella settimana del 21 dicembre erano 971 studenti e 231 operatori scolastici. Anche in questo caso si tratta di dati progressivi dall’inizio dell’anno scolastico alla settimana scorsa.

Alla luce di questi dati, i sindacati chiedono “estrema prudenza nelle decisioni e nelle scelte dei prossimi giorni di aumentare la frequenza dal 50 al 75% negli istituti superiori, ritenendo che “allo stato attuale la frequenza al 50% in presenza possa essere un buon equilibrio tra le varie esigenze vista anche la situazione epidemiologica”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur