Modello 730 precompilato, disponibile da oggi: tutte le info utili e le novità per il 2022

WhatsApp
Telegram

A partire da oggi, lunedì 23 maggio, sarà possibile accedere al 730 precompilato 2022, collegandosi al sito agenziaentrate.gov.it con credenziali SPID, CIE o CNS, o consegnando un’apposita delega al sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale, a un Caf o un professionista abilitato.

Da martedì 31 maggio sarà poi possibile inviare la dichiarazione, accettandola così com’è oppure procedendo alle opportune modifiche e integrazioni

Il modello serve a dipendenti e pensionati per la dichiarazione dei redditi ed è pensato per facilitare questa procedura. Il 730 precompilato può essere sia accettato così com’è, sia modificato se sono necessarie correzioni o integrazioni. Il contribuente può, per esempio, aggiungere un reddito non presente così come oneri detraibili e deducibili come le spese per le attività sportive praticate dai figli.

Una volta accettato o modificato, il modello 730 precompilato può essere presentato direttamente all’Agenzia delle entrate in via telematica ed entro il 30 settembre. Altrimenti, si può affidare il compito a un professionista o a un Caf che presta assistenza fiscale.

Se si sceglie questa opzione, il sostituto d’imposta, il Caf o il professionista dovrà trasmettere il modello in un determinato periodo a seconda di quando è stato presentato dal contribuente. I termini fissati sono 15 giugno per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio; 29 giugno per quelle presentate dal 1° al 20 giugno; 23 luglio per quelle presentate dal 21 giugno al 15 luglio; 15 settembre per quelle presentate dal 16 luglio al 31 agosto; 30 settembre per quelle presentate dal 1° al 30 settembre.

La crescita più significativa in assoluto è rappresentata dai dati relativi alle spese scolastiche – 458mila a fronte dei circa 4.600 dello scorso anno – e da quelli sulle erogazioni liberali, quasi triplicati e passati da 550mila a oltre 1 milione e 600mila.

Tra le novità del 2022 c’è la possibilità di affidare la gestione della propria dichiarazione a un familiare. In particolare, sarà possibile conferire una procura al coniuge o a un parente (o affine) entro il quarto grado attraverso un apposito modello, disponibile sul sito dell’Agenzia. È possibile scegliere anche una persona di fiducia diversa da un familiare e “una semplificazione ulteriore è poi prevista per le persone impossibilitate a recarsi in Agenzia a causa di patologie”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco