Modello 730 precompilato: da oggi, 2 maggio possibile modificare e inviare la dichiarazione

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Da oggi è possibile accettare, modificare e inviare il proprio 730 precompilato all’amministrazione fiscale. Vediamo i dati già presenti e quelli mancanti.

Messo a disposizione dei contribuenti dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 15 aprile, il 730 precompilato da oggi, 2 maggio, può essere, accettato oppure modificato e inviato fino al 23 luglio 2019.

Il nuovo 730 precompilato 2019, rispetto a quello degli scorsi anni (è in vigore il modello precompilato dal 2016), è molto più ricco di dati circa il 4% in più rispetto allo scorso anno.

Quali credenziali per visualizzare il 730 precompilato

Il 730 precompilato, come abbiamo detto, è a disposizione dei contribuenti dal 15 aprile ed è possibile consultarlo e da oggi anche accettarlo e inviarlo all’amministrazione fiscale o modificarlo prima dell’invio.

Come si può consultare o modificare la propria dichiarazione dei redditi direttamente onlie? E’ possibile accedere ai servizi dell’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione

  • attraverso lo SPID
  • attraverso le credenziali fornite dall’Agenzia stessa per utilizzare i servizi di Fisconline
  • Con le credenziali dell’INPS (Pin dispositivo)
  • o con la Carta nazionale dei servizi

730 precompilato 2019: quali dati inseriti

Nei nuovi modelli di 730 precompilato 2019, oltre ai dati che era possibile trovare fino allo scorso anno, l’amministrazione fiscale ha inserito dati inviati da enti esterni come studi medici, banche, farmacie, assicurazioni e Università.

E’ possibile trovare nel nuovo precompilato le spese sostenute per parti comuni condominiali (bonus verde) e quanto versato alle assicurazioni contro calamità a partire dal 1 gennaio 2018.

Nel 730 precompilato troviamo già presenti:

  • spese sanitarie del contribuente
  • premi assicurativi
  • certificazioni uniche
  • bonifici per ristrutturazioni
  • ristrutturazioni condominiali
  • interessi passivi del mutuo

730 precompilato: la modifica guidata

Da quest’anno, e precisamente a partire dal 10 maggio, sarà possibile inoltre modificare il 730 precompilato tramite una compilazione semplificata che permetterà di aggiungere i dati mancanti nel quadro E (aggiungere quindi oneri detraibili e deducibili non presenti automaticamente sul precompilato come ad esempio spese per i trasporti pubblici, l’affitto, spese sportive dei ragazzi e spese di istruzione, solo per citarne alcune.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: