Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Modello 730: perchè con un reddito basso devo pagare?

WhatsApp
Telegram

In alcuni casi anche i percettori di redditi molto bassi si trovano a dover pagare un debito con la dichiarazione dei redditi.

Non sempre è facile comprendere il perchè si debba pagare un debito con il 730 anche se si è percepito, nell’anno di imposta precedente, reddito molto basso. Può dipendere dalla presenza di più di una Certificazione Unica. Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Salve volevo sapere come mai con tre CU presentati nel 730 uno di 4360 euro presso una scuola dell’infanzia un’altro da 3200 euro di cassa integrazione e infine uno da 54oo euro presso scuola primaria debba pagare nel 730 1650 di tasse. Mi sembra troppo. Grazie

730 a debito

Lei ha ricevuto 3 CU da 3 sostituti di imposta diversi: la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e l’INPS o il suo datore di lavoro per la cassa integrazione. In caso di redditi da lavoro va applicata l’IRPEF sugli stessi e a farlo è il datore di lavoro, direttamente in busta paga, per i redditi che gli competono (salvo nel caso che il dipendente specifichi che ha percepito redditi anche da altri datori di lavoro o enti).

Ma il lavoratore che percepisce redditi inferiori agli 8000 euro risulta essere incapiente e proprio per questo il suo reddito da lavoro non viene tassato dell’IRPEF. Nel suo caso tutti e 3 i sostituti di imposta,  basandosi sui redditi percepiti presso di loro, la hanno ritenuta incapiente e non hanno applicato l’IRPEF sulle sue buste paga. Lei ha percepito, quindi, un compenso senza tassazione (può verificarlo dalle sue buste paga).

Ma sommando il totale dei redditi lei ha superato la soglia della no tax area di 8000 mila euro ed è quindi tenuta al pagamento dell’IRPEF sui suoi guadagni. Per redditi fino a 15mila euro, infatti, l’IRPEF applicata è del 23%.

Se prendiamo i suoi redditi totali di 12960 euro, l’IRPEF dovuta è pari è di 2980 euro.

Per redditi compresi tra 8000 e 28mila euro, in ogni caso spettano anche le detrazioni per lavoro dipendente che si calcolano moltiplicando 1880 per la differenza tra 28mila ed il reddito percepito, il risultato, poi va diviso per 20mila. Nel suo caso le detrazioni spettanti sono pari a 1353 euro. Sottraendo all’IRPEF dovuta le detrazioni spettanti (2980 – 1353) si ottiene la somma che lei deve pagare: 1627 euro.  I conti, quindi, si trovano.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur