Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Modello 730 2020: scadenza al 30 settembre, come avere rimborso prima?

Stampa

La dichiarazione dei redditi slitta al 30 settembre; ecco come avere il rimborso prima per i crediti risultanti dal 730.

Anche se per la dichiarazione dei redditi 2020 c’è più tempo per la consegna (che slitta dal 23 luglio al 30 settembre) è possibile ottenere il rimborso anche con la busta paga di luglio, come ogni anno. Scopriamo come fare.

730 slitta al 30 settembre

Causa Coronavirus si è anticipato di un anno lo slittamento della scadenza della consegna al 30 settembre dando, in questo modo ai contribuenti  più tempo per pagare. Per quel che riguarda il rimborso, invece, non sarà necessario attendere dopo il 30 settembre per averlo poichè è stato predisposto che esso sarà contenuto nella busta paga del mese successivo a quello di presentazione (del secondo mese in caso di pensionati).

Le principali novità prevedono che a presentare il modello 730 non siano più soltanto dipendenti o pensionati ma anche chi ha perso il lavoro oppure ha un contratto a termine. Se il rapporto di lavoro dura almeno da aprile a luglio il 730 può essere presentato anche al sostituo d’imposta, se il lavoro, invece dura almeno da giugno a luglio si può presentare presso un CAF (ma solo se si è a conoscenza del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio).

Per chi invece non ha un sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio l’eventuale rimborso sarà gestito direttamente dall’AdE con un bonifico all’IBAN fornito in sede di dichiarazione.

Presentazione modello 730

Come negli anni precedenti il modello 730 precompilato può essere consegnato così come predisposto dal Fisco o può essere modificato.

In caso di accettazione senza modifiche il contribuente non sarà soggetto a controlli documentali  su oneri deducibili e detraibili(visto che tutti i dati sono stati forniti dall’AdE). In caso di modifiche, invece, il contribuente potrebbe essere soggetto a controlli documentali  non solo sulle certificazioni uniche del datore di lavoro ma anche sugli oneri detraibili e deducibili.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

1,60 punti per il personale ATA a soli 150€, con CFI!