Mobilitazione dirigenti scolastici, ANP: chiediamo perequazione retributiva e poteri commisurati alle responsabilità

WhatsApp
Telegram

Domani 25 maggio, com’è noto, si svolgerà la mobilitazione dei dirigenti scolastici, sebbene in modi, forme e luoghi differenti.

L’ANP ha organizzato una manifestazione a Roma, che si svolgerà in due piazze: dalle 10 alle 14 in Piazza San Cosimato di fianco al Ministero dell’istruzione; nello stesso arco temporale si svolgerà un presidio di alcune centinaia di dirigenti in Piazza Montecitorio, ove gli stessi incontreranno i Parlamentari al fine di illustrare le ragioni della mobilitazione.

Il Presidente Rembado, come già annunciato in un video, ha ribadito all’Ansa le ragioni della protesta: “innanzitutto – spiega Giorgio Rembado, Presidente Anp – vogliamo ricordare che da 17 anni ormai siamo dirigenti in tutto e per tutto ma ci troviamo a dover rivendicare la perequazione retributiva con gli altri dirigenti delle amministrazioni pubbliche, rispetto ai quali il trattamento retributivo è molto inferiore. Chiediamo inoltre poteri commisurati alle responsabilità che dobbiamo affrontare per raggiungere i risultati nel nostro lavoro e protestiamo contro le inutili vessazioni amministrative: ci fanno perdere tempo ed energie che invece dovremmo concentrare sulle attività scolastiche che richiedono fortemente il nostro impegno. Domani faremo sentire la nostra voce per esprimere il nostro forte dissenso”.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito