Mobilità: trasferimento interprovinciale, assegnazione provvisoria, punteggio, trasferimento d’ufficio, unica fase

WhatsApp
Telegram

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Trasferimento interprovinciale da posto comune a sostegno: rientra nell’aliquota del 30%

Giovanna – Gentilissimi insegno pianoforte a Lecco secondaria di I grado vorrei chiedere il passaggio sul sostegno sempre per secondaria di primo grado a Milano si tratta di un passaggio di cattedra o di un trasferimento?  Grazie

Mobilità territoriale e mobilità annuale: il trasferimento non impedisce di chiedere assegnazione provvisoria

G.N. – Gentile redazione,vorrei gentilmente sapere se è possibile presentare sia la domanda di trasferimento sia la domanda di assegnazione provvisoria. Grazie

Mobilità 2017/18: punteggio spettante a docente con solo anno di prova

Elisabetta – Gentile redazione, sono un’insegnante di sostegno della scuola primaria. Sono stata immessa in ruolo lo scorso anno in fase A presso la provincia di Firenze. Per motivi familiari, farò domanda di trasferimento per la provincia di Milano. Non ho maturato anni di servizio pre-ruolo, per questo volevo sapere se e quanti punti nel mio caso potrei avere, considerando l’anno di prova e il fatto che il corrente a.s. non viene considerato. Grazie

Mobilità e trasferimento d’ufficio: può essere disposto solo per soprannumerari o per docenti senza sede di titolarità

Giovanna – Sono una docente a tempo indeterminato immessa in ruolo nell’a.s.2015/16 fase C. Sono titolare  su ambito e quindi assegnata ad un Istituto di istruzione superiore con incarico triennale, e lontano circa 700 Km dalla mia città di residenza. Vorrei sapere se, presentando la domanda di mobilità con indicazione di tutte le opzioni previste (scuole, ambiti e province della mia regione di provenienza o regioni limitrofe) io non dovessi venire accontentata in nessuna delle scelte indicate, resto nella scuola dove attualmente lavoro e dove ho firmato il contratto con vincolo triennale o d’ufficio mi possono trasferire altrove ? Grazie

Mobilità 2017/18: sarà in unica fase, senza distinzione tra comunale e provinciale

Antonella – Sono una insegnante di scuola primaria ante 2014/2015, aspirante alla mobilità sia provinciale che interprovinciale. In relazione alle novità introdotte dal CCNL sulla mobilità per l’a.s. 2017/2018 ti rivolgo il seguente quesito:

Considerato che la fase comunale della mobilità a domanda non è più prevista, ti chiedo di sapere chi precede nelle operazioni di trasferimento tra due aspiranti ad una stessa scuola di cui uno proveniente da un’altra scuola dello stesso comune con punteggio X e l’altro proveniente da una scuola di comune diverso con punteggio Y maggiore di X?

Ti ringrazio anticipatamente per la tua disponibilità e competenza. Cordiali saluti

 

Chiedilo a Lalla

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”