Mobilità: trasferimento da sostegno a posto comune, richiesta di COE, sede di assegnazione provvisoria

WhatsApp
Telegram

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Trasferimento da sostegno a posto comune: quali conseguenze per il docente che ottiene il movimento richiesto?

M.Z. – Sono un’insegnante di sostegno nella scuola primaria, di ruolo dal 2013/2014. Vorrei passare sul posto comune, rimanendo nella scuola in cui sto lavorando. Esiste la possibilità di effettuare questo trasferimento? In che modo? Con quali rischi e cambiamenti contrattuali? Ringrazio per la disponibilità e il valido servizio che fornite.

Mobilità e richiesta di COE: questa indicazione non esclude le COI che saranno prese in considerazione prioritariamente

Eleonora –  In previsione della imminente domanda di mobilità mi/vi chiedo: se, pur di avvicinarmi al comune di mia residenza, indicassi “COE”, come verrebbe intesa come solo COE, oppure anche COE? Quindi esprimere tale opzione esclude una cattedra interna? Grazie

Mobilità: nella domanda è possibile indicare la scuola in cui nell’a.s. 2016/17 si è in assegnazione provvisoria

Simona – A seguito della mobilità obbligatoria della scorsa estate sono titolare in provincia di altra regione (Firenze, Toscana) Ho ottenuto a ottobre l’assegnazione interprovinciale a Roma. Nella prossima mobili posso indicare l’istituto in cui sto svolgendo servizio essendo titolare altrove?  Grazie per la vostra preziosa attenzione.

Chiedilo a Lalla

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?