Mobilità. Dopo i trasferimenti verso il Sud, sono 800 le cattedre disponibili in Veneto

Stampa

Ottocento cattedre disponibili nelle scuole venete.

E’ questo il bilancio dopo i trasferimenti dal Nord al Sud finora ottenuti dai docenti delle scuole d’infanzia, primaria e I grado, venerdì 21 ci saranno gli esiti della secondaria di II grado, quindi il numero è destinato a crescere.

La maggior parte dei trasferimenti sono stati ottenuti grazie al possesso dei requisiti della legge 104 e alla deroga dei 3 anni di permanenza nella provincia di titolarità, contenuta nella legge 107, derogata proprio per permettere lo spostamento dei docenti meridionali, che hanno ottenuto posto al Nord in seguito alle massicce immissioni dello scorso anno.

Le cattedre disponibili in Veneto sono 58 nella scuola d’infanzia, 217 alla primaria, 412 alla secondaria di I grado.
Il 21,5% dei trasferimenti è avvenuto grazie ai requisiti della legge 104: il 79,5% di pratiche sono state presentate da docenti calabresi, il 72,9% da docenti siciliani, il 66,6% da docenti campani. Sono già stati annunciati controlli.

I dati percentuali sono pubblicati su “Il Gazzettino”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur