Mobilità sociale, Granato (M5S): puntare alla qualità didattica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Senatrice Bianca Laura Granato (M5S), come riferisce la stessa sulla propria pagina FB, ha rilasciato un’intervista Radio Cusano Campus, nel corso della quale ha parlato dell’importanza della didattica.

La Granato ha evidenziato che la qualità didattica è un fattore determinante per la mobilità sociale.

Come prevede la nostra Costituzione, infatti, è dovere della Repubblica offrire a tutti le stesse opportunità, che passano anche dalla succitata qualità didattica.

Nel suo intervento, la Senatrice non ha lesinato critiche ai Governi passati che hanno dato luogo ad un impoverimento culturale e a numerosi scontri tra le varie categorie di docenti.

Il post

Ieri ho rilasciato un’intervista sulla scuola a Radio Cusano Campus. Questo è il mio pensiero, sul quale sto fondando il lavoro quotidiano portato avanti nel mandato parlamentare: riportare al centro dell’attenzione e del dibattito in materia la qualità della didattica, fattore determinante per assicurare mobilità sociale. Le riforme degli ultimi anni nel settore dell’istruzione hanno determinato un impoverimento dell’offerta formativa e scontri accesi tra diverse categorie di docenti. 

Abbiamo ereditato,r come ben sapete, una situazione complessa, con una riforma dell’organizzazione voluta da Renzi invisa a tutti. Il nostro compito, pero, è anche quello di riportare l’attenzione sulla didattica e sulla formazione, ovvero sui valori fondanti del nostro sistema d’istruzione.
L’articolo 34 della Costituzione ci ricorda che la Repubblica, quindi lo Stato, deve premiare “i capaci e i meritevoli”, dando la possibilità di raggiungere i più alto gradi degli studi a chi sia privo di mezzi. La Costituzione parla dunque dei nostri ragazzi: sono loro l’anima e il fulcro della Scuola!

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione