Mobilità: i sindacati favoriscono i docenti di ruolo, e i precari sono danneggiati. Lettera

WhatsApp
Telegram

Libero Tassella – I sindacati della scuola chiedono di aumentare per il 2018/19 l’aliquota per i trasferimenti interprovinciali e per la mobilità professionale, andando così a salvaguardare il personale già di ruolo che assicura una trattenuta sindacale stabile nel tempo a danno dei precari della scuola che stazionano nelle Gae.

I sindacati rappresentativi della scuola, al di là del teatro sul contratto e le risorse aggiuntive che chiedono al Miur e che sanno bene che non ci sono nel Def, hanno disertato la trattativa sulla mobilità 2018/19 proprio per questa ragione.

Invito tutto i docenti precari con contratto annuale e che per

questo rischiano di restare ancora precari, a dare un fortissimo segnale, facendo la disdetta a.tutti i sindacati della scuola presenti al Miur al tavolo di contrattazione integrativa per la mobilità.

Ricordo che il Miur ha proposto la reiterazione del contratto, dello scorso anno che prevede aliquote per trasferimenti interprovinciali

e professionali che garantiscono le immissioni in ruolo con decorrenza 1.9.2018.

Noi siamo convinti che sia prioritario garantire il diritto a stabilizzare il lavoro rispetto alla mobilità di chi il.lavoro stabile già ce l’ha. Evidentemente per i sindacati no.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur