Mobilità, si va verso la conferma del vincolo quinquennale per il prossimo anno. Le ultime notizie

Stampa

Conclusa la riunione al Ministero sul fronte del vincolo quinquennale. Ancora nessun documento scritto, c’è molta incertezza sullo strumento da poter utilizzare per l’eliminazione del vincolo già da questo anno scolastico.

Secondo quanto raccolto da Orizzonte Scuola, ancora nessun passo avanti per l’abolizione del famigerato vincolo. Potrebbe, infatti, non esserci il tempo tecnico per un intervento legislativo in vista delle prossime domande di mobilità.

Il Ministero dell’Istruzione potrebbe proporre un’intesa che non darebbe garanzie sull’eliminazione dei vincoli già da quest’anno.

Il sindacato Anief, diretto da Marcello Pacifico, si dice contrario e chiede una misura tampone nel nuovo DPCM a seguito del blocco di un anno imposta dalla pandemia su tutti i posti vacanti e assegnazione provvisoria libera per tutti.

Nelle prossime ore registreremo le posizioni di tutti i sindacati relativamente alla firma di questa intesa.

Si lavora per trovare la soluzione allo sblocco del vincolo quinquennale, e quindi un’intesa con il ministero“, ha dichiarato a Orizzonte Scuola Elvira Serafini, segretario generale dello Snals.

Sblocco vincolo quinquennale, Serafini (Snals): si lavora a un’intesa con il ministero

Domani, mercoledì 3 marzo, è previsto incontro conclusivo.

Mobilità, vincoli quinquennali e percentuali destinate ai trasferimenti. UIL: se c’è volontà politica si può chiudere rapidamente

Quali sono i vincoli quinquennali previsti

  • docenti del concorso scuola secondaria 85/2018 (FIT) le cui graduatorie sono state pubblicate dopo il 31 dicembre 2019
  • docenti neoimmessi in ruolo dal 1° settembre 2020, da qualunque graduatoria sia avvenuta l’assunzione
  • vincolo quinquennale neoimmessi in ruolo DSGA dal 1° settembre 2020

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur