Mobilità : si può disporre solo su cattedre vacanti in organico

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

La cattedra liberata da un pensionamento, che non risulta vacante in organico, non può essere assegnata nei trasferimenti. Può essere utilizzata per la  mobilità annuale

Una lettrice ci scrive:

“Sono risultata unica perdente posto nella mia scuola di titolarità e ho fatto la domanda di trasferimento condizionata. In realtà, un mio collega è andato in pensione quest’anno e ciò mi  avrebbe permesso il reintegro, ma purtroppo il suo pensionamento è stato aggiornato dopo il 29 maggio in quanto si trattava di una Quota cento. Risulto pertanto  trasferita d’ufficio in un altro istituto. Dal provveditorato mi dicono che non possono annullare la domanda, in quanto la notifica della cattedra vacante non è avvenuta entro i termini stabiliti. Sarò dunque costretta a chiedere l’utilizzazione?”

Mobilità, solo su cattedre vacanti

La mobilità viene disposta sulle cattedre e i posti che risultano vacanti nell’organico e come tali comunicati al SIDI nei termini previsti dall’Ordinanza ministeriale sulla mobilità.

Nel caso della nostra lettrice la cattedra di suo  interesse, che si libera in seguito a pensionamento, non essendo stata notificata nei termini stabiliti e, conseguentemente, non risultando vacante per il prossimo anno scolastico, non poteva essere assegnata  con la mobilità e non ha consentito il riassorbimento della docente nella scuola.

Docente trasferita d’ufficio, può chiedere utilizzazione nella scuola di ex-titolarità

La nostra lettrice è stata, quindi, trasferita d’ufficio, ma avrà la possibilità di chiedere utilizzazione nella scuola di ex-titolarità, dove potranno assegnarle la cattedra liberata dalla collega neo-pensionata, che risulterà disponibile in organico di fatto

Nella domanda di utilizzazione dovrà, quindi, compilare la sezione specifica del modulo (Sezione E  – Utilizzazione con precedenza), dove potrà compilare la parte relativa all’utilizzazione nella scuola di precedente titolarità inserendo il codice meccanografico della scuola e la dizione in chiaro. Chiaramente dovrà inserire la scuola anche come prima preferenza  nella sezione “Preferenze” del modulo

Docente trasferita d’ufficio: ha diritto a rientrare con precedenza nella scuola di ex-titolarità

La nostra lettrice avrà,  inoltre, il diritto a rientrare con precedenza nella scuola di ex-titolarità, riacquistando in essa la titolarità, nell’anno scolastico 2020/21, quando la cattedra liberata dalla collega in pensione risulterà vacante in organico

Per usufruire di tale diritto e precedenza dovrà presentare domanda condizionata per il rientro

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads