Mobilità. Servizi valutabili nella domanda: le scuole paritarie non vi rientrano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’USP di Siena ha pubblicato una nota in cui si ribadisce quale servizio va valutato nella domanda di mobilità.

Secondo quanto stabilito dalle citate Ordinanze Ministeriali, riporta la nota, redatte sulla base della completa normativa di settore, il servizio prestato nelle scuole paritarie non è riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriere, e quindi detti periodi di servizio non sono valutabili nella domanda di mobilità professionale.

Pertanto è inutile fare reclamo per ottenere la valutazione.

Ecco il servizio valutabile:

1) gli anni di servizio nelle scuole primarie paritarie che abbiano conservato anche lo status di parificata insieme alla qualifica di paritaria e solamente fino al 31 agosto 2008;
2) gli anni svolti nella materna paritaria, ma solo se comunale;
3) gli anni svolti nelle scuole secondarie pareggiate.

Nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione