Mobilità scuole secondarie: preferenza per i corsi serali, come fare

Stampa

I docenti, che nella domanda di trasferimento intendono chiedere i percorsi di secondo livello del sistema di istruzione degli adulti della scuola Secondaria II grado, dovranno inserire nelle preferenze il codice meccanografico specifico della sede di organico, codice che risulta differente rispetto a quello identificativo dell’Istituto di Istruzione Superiore corso diurno del quale il corso serale fa parte.

La richiesta del corso serale non è compresa nella preferenza sintetica

Per i corsi serali è necessario fare esplicita richiesta anche nel caso di preferenza sintetica su distretto, comune o provincia.

Con la preferenza sintetica, infatti, si chiedono indistintamente tutte le scuole ubicate nel distretto, nel comune o nella provincia richiesta, fatta eccezione per specifici percorsi di istruzione quali le sezioni attivate presso le sedi ospedaliere e carcerarie, per le sedi di organico dei CPIA e dei percorsi di secondo livello del sistema di istruzione degli adulti negli istituti secondari di II grado (corsi serali) e per i Licei europei, che non risultano compresi nella preferenza sintetica e i docenti interessati devono necessariamente inserire nella domanda preferenza analitica su queste specifiche sedi.

Come inserire la preferenza

Per l’indicazione della preferenza sui corsi serali, i docenti interessati potranno e dovranno utilizzare gli specifici codici sede di organico riportati nei Bollettini Ufficiali.

Coloro che desiderano il trasferimento o il passaggio in specifici istituti, in cattedre o cattedre orario che funzionano in corsi serali, devono, quindi,formulare la preferenza specifica per il corso serale di ciascun istituto richiesto.

In caso di preferenza sintetica, su comune, distretto o provincia, come chiarisce l’art.12 comma 5 del CCNI, qualora il docente abbia richiesto anche il corso serale, barrando l’apposita casella del modulo domanda, la ricerca di tale tipo di cattedra viene effettuata, in stretto ordine sequenziale, secondo le seguenti priorità:

a) corsi diurni per ciascun istituto compreso nella singola preferenza sintetica, secondo l’ordine del bollettino;

b) corso serali per ciascun istituto compreso nella singola preferenza sintetica, secondo l’ordine del bollettino.

Corso serale e cattedre orario esterne (COE)

Il docente che desidera essere trasferito in un corso serale anche su una COE dovrà dare precisa indicazione, con esplicita richiesta nella apposita casella del modulo-domanda, spuntando quella con l’opzione “anche COE”.

Questa regola è valida sia per le preferenze analitiche che per le preferenze sintetiche e la richiesta vale per tutte le preferenze espresse non essendo differenziabile a livello di singola preferenza.

La cattedra orario tra il corso diurno e il corso serale (o viceversa) viene considerata come cattedra orario esterna fra due istituti diversi. Pertanto, coloro che hanno fatto esplicita richiesta per le cattedre orario fra istituti diversi possono essere trasferiti anche su cattedre orario fra corsi diurni e corsi serali.

Trasferimento da corso diurno a corso serale dello stesso Istituto

I docenti che desiderano il trasferimento, all’interno dello stesso istituto, dal corso diurno al corso serale, devono farne specifica richiesta riportando il codice corrispondente al corso serale; parimenti, coloro che desiderano il trasferimento dal corso serale al corso diurno, sempre nell’ambito dello stesso istituto, devono farne specifica richiesta riportando il relativo codice.

Questi docenti parteciperanno alla I fase della mobilità e la loro domanda sarà valutata prioritariamente rispetto alle istanze dei docenti che usufruiscono delle precedenze previste nell’art.13 del CCNI, fatta eccezione per le precedenze indicate nei punti I) (disabilità e gravi motivi di salute) e II) (personale trasferito d’ufficio negli ultimi otto anni richiedente il rientro nella scuola o istituto di precedente titolarità) del succitato articolo.

Questo movimento risulta inserito, infatti, nell’operazione indicata con la lettera C) della I fase nella sequenza operativa esplicitata nell’Allegato 1 del CCNI:

C) per la sola scuola secondaria di II grado trasferimenti, a domanda, da corso diurno a corso serale nello stesso istituto e viceversa.

Mobilità, info utili: percentuali trasferimento, aumentano posti trasferimenti, titolarità su scuola, data unica movimenti

Stampa

Sogni d’insegnare all’estero? Scegli come requisito d’accesso alle prove il corso di interculturalità di Eurosofia