Mobilità, punteggio servizio scuole paritarie: Miur lo nega ancora

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il testo firmato da sindacati e Miur per il prossimo triennio nega ancora una volta la valutazione del servizio di insegnamento svolto nelle scuole paritarie. Ma i giudici danno ragione ai docenti. 

La valutazione del servizio svolto nelle scuole paritarie è  diventato un tema ancora più stringente in seguito alle assunzioni della legge 107/2015, poiché sono stati assunti docenti che fino a quel momento avevano svolto anche un ragguardevole numero di anni nelle scuole paritarie.

Quale servizio è valutabile nella domanda di mobilità

Continuano ad essere valutati solamente:
1) gli anni di servizio nelle scuole primarie paritarie che abbiano conservato anche lo status di parificata insieme alla qualifica di paritaria e solamente fino al 31 agosto 2008;
2) gli anni svolti nella materna paritaria, ma solo se comunale;
3) gli anni svolti nelle scuole secondarie pareggiate.

Servizio riconosciuto dai giudici

Sono invece numerosi ad oggi i pronunciamenti dei giudici a favore del riconoscimento di tale servizio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione