Mobilità professionale ATA, a rischio le prossime nomine

Di Lalla
Stampa

red – Il Ministero si è impegnato ad effettuare nel più breve tempo possibile approfondimenti normativi per dare seguito alla mobilità professionale ATA, ma di fatto una nota del Dipartimento della Funzione pubblica afferma che l’accordo del 14 luglio sulla proroga della validità delle graduatorie disciplinate dal precedente contratto integrativo nazionale del 3/12/2009 non può avere ulteriore corso.

red – Il Ministero si è impegnato ad effettuare nel più breve tempo possibile approfondimenti normativi per dare seguito alla mobilità professionale ATA, ma di fatto una nota del Dipartimento della Funzione pubblica afferma che l’accordo del 14 luglio sulla proroga della validità delle graduatorie disciplinate dal precedente contratto integrativo nazionale del 3/12/2009 non può avere ulteriore corso.

Il resoconto UIL

In data 20 dicembre 2011 si è svolta presso il Miur una riunione informativa sulla mobilità professionale ATA. Per la Uil Scuola ha partecipato Antonello Lacchei.
L’amministrazione ha illustrato i contenuti di una nota del Dipartimento della Funzione pubblica che sostanzialmente afferma che l’accordo del 14 luglio sulla proroga della validità delle graduatorie disciplinate dal precedente contratto integrativo nazionale del 3/12/2009 non può avere ulteriore corso. A tale comunicazione si accompagna una nota del MEF che, pur evidenziando le criticità relative alla applicazione della mobilità verticale tra le aree ATA, nel quadro normativo introdotto dal decreto legislativo 150/09 (decreto Brunetta), riconosce alla procedura criteri di rigore oggettività e selettività e – soprattutto – piena compatibilità economica finanziaria.

Alla luce di queste comunicazioni la Uil Scuola, insieme alle altre organizzazioni sindacali:

• ha espresso forte contrarietà al blocco della mobilità professionale che è un diritto contrattuale faticosamente raggiunto
• ha rivendicato il carattere di specialità del reclutamento del personale ATA della scuola, rispetto ad ogni altra pubblica amministrazione
• Ha invitato il Miur ad effettuare gli approfondimenti normativi del caso per individuare uno strumento che consenta di dare seguito alla mobilità professionale ATA

Il Ministero si è impegnato ad effettuare nel più breve tempo possibile le verifiche richieste.

Resoconto FLC CGIL

Ieri 20 dicembre si è tenuto l’incontro al Miur sulla mobilità professionale ATA.

Le OO.SS. presenti hanno confermato la validità dell’accordo già sottoscritto riservandosi di inviare un documento unitario al Miur.

Il Miur, che aveva condiviso e sottoscritto l’intesa, si è impegnato sulla base del documento unitario di FLC CGIL, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snasl Confasl e Gilda Unams ad attivarsi per applicare l’intesa.

La FLC ha ribadito che attraverso questa intesa si dà una risposta alle esigenze organizzative delle scuole e alle legittime aspettative del personale che da anni svolge funzioni superiori al profilo di appartenenza.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia